fbpx

L’International Coaching Federation, a seguito di un’analisi rigorosa sulla professione del coaching, durata 24 mesi, ha presentato un aggiornamento del modello delle Core Competencies, ovvero le competenze utili a fare chiarezza sulla pratica del coach. Sono inclusi: il comportamento etico e la riservatezza, l’importanza di avere un coaching mindset e una continua pratica riflessiva, le distinzioni importanti tra diversi livelli di accordi di coaching, l’importanza della partnership tra coach e cliente e l’importanza della consapevolezza culturale, sistemica e di contesto.

Il modello si basa su evidenze raccolte da oltre 1.300 coach in tutto il mondo, inclusi sia i membri che i non membri di ICF, che rappresentano una vasta gamma di discipline e stili di coaching, background di formazione e livelli di esperienza.

Quali sono le 8 core competencies ICF

Le 8 core competencies ICF si suddividono in 4 aree: le basi, co-creare e le relazioni, comunicare efficacemente e coltivare l’apprendimento e la crescita.

Vediamole nel dettaglio:

A. Le basi

1. Dimostra la pratica etica

Definizione: Comprende e applica costantemente l’applicazione, l’etica e gli standard di coaching.

  1. Dimostra integrità personale e onestà nelle interazioni con clienti, sponsor e parti interessate.
  2. È sensibile all’identità, all’ambiente, alle esperienze, ai valori e alle credenze dei clienti.
  3. Utilizza un linguaggio appropriato e rispettoso di clienti, sponsor e parti interessate.
  4. Rispetta al Codice Etico ICF e sostiene i valori fondamentali ICF.
  5. Mantiene la riservatezza delle informazioni dei clienti in coerenza con gli accordi con le parti interessate e le leggi pertinenti.
  6. Mantiene le distinzioni tra coaching, consulenza, psicoterapia e altre professioni di supporto.
  7. Rinvia i clienti ad altri professionisti del supporto, ove opportuno.

2. Incarna il Coaching mindset

Definizione: sviluppa e mantiene una mentalità aperta, curiosa, flessibile e centrata sul cliente.

  1. Riconosce che i clienti sono responsabili delle proprie scelte.
  2. Si impegna nell’apprendimento e nello sviluppo continuo come coach.
  3. Sviluppa una pratica riflessiva continua per migliorare la propria capacità di essere coach.
  4. Resta consapevole e aperto all’influenza del contesto e della cultura su se stesso e sugli altri.
  5. Utilizza la consapevolezza di sé e la propria intuizione a beneficio dei clienti.
  6. Sviluppa e mantiene la capacità di gestire le proprie emozioni.
  7. Si prepara mentalmente ed emotivamente per le sessioni.
  8. Cerca aiuto da fonti esterne quando necessario.

B. Co-creare la Relazione

3. Stabilisce e mantiene gli accordi

Definizione: collabora con il cliente e le parti interessate per creare accordi chiari sulla relazione, sul processo, sui piani e sugli obiettivi di coaching. Stabilisce accordi per l’intero percorso di coaching così come quelli per ogni sessione di coaching.

  1. Spiega cos’è il coaching e cosa non è e descrive il processo al cliente e alle parti interessate.
  2. Raggiunge un accordo su ciò che è e non è appropriato nella relazione, ciò che viene e non viene offerto e le responsabilità del cliente e delle parti interessate.
  3. Raggiunge un accordo sulle linee guida e sui parametri specifici della relazione di coaching come logistica, commissioni, programmazione, durata, cessazione, riservatezza e inclusione di altri.
  4. Collabora con il cliente e le parti interessate per stabilire un piano generale e gli obiettivi di coaching.
  5. Collabora con il cliente per determinare la compatibilità fra cliente e coach.
  6. Collabora con il cliente per identificare o riconfermare ciò che si vuole realizzare nella sessione.
  7. Collabora con il cliente per definire cosa crede sia necessario considerare o risolvere per raggiungere ciò che desidera nella sessione.
  8. Collabora con il cliente per definire o riconfermare le modalità di misurazione dei risultati rispetto a ciò che il cliente vuole raggiungere nel percorso di coaching o nella sessione individuale.
  9. Collabora con il cliente per gestire il tempo e il focus della sessione.
  10. Porta avanti il coaching nella direzione del risultato desiderato dal cliente, a meno che il cliente non indichi diversamente.
  11. Collabora con il cliente per terminare la relazione di coaching in modo da celebrare l’esperienza.

4. Coltiva fiducia e sicurezza

Definizione: Collabora con il cliente per creare un ambiente sicuro e di supporto che consenta al cliente di condividere liberamente. Mantiene un rapporto di reciproco rispetto e fiducia.

  1. Cerca di capire il cliente nel suo contesto, che può includere la sua identità, ambiente, esperienze, valori e credenze.
  2. Dimostra rispetto per l’identità del cliente, le sue percezioni, il suo stile e linguaggio e adatta il proprio coaching al cliente.
  3. Riconosce e rispetta l’unicità dei talenti, le intuizioni e il lavoro del cliente nel processo di coaching.
  4. Mostra supporto, empatia ed interesse per il cliente.
  5. Riconosce e supporta l’espressione del cliente di sentimenti, percezioni, preoccupazioni, convinzioni e impressioni.
  6. Dimostra apertura e trasparenza come un modo per mostrare vulnerabilità e creare fiducia con il cliente.

5. Mantiene la presenza

Definizione: è pienamente consapevole e presente con il cliente, impiegando uno stile aperto, flessibile, centrato e sicuro di sé.

  1. Rimane focalizzato, in osservazione, empatico e in grado di adattarsi al cliente.
  2. Dimostra curiosità durante il processo di coaching.
  3. Gestisce le proprie emozioni per rimanere presente con il cliente.
  4. Dimostra sicurezza nel lavorare con forti emozioni del cliente durante il processo di coaching.
  5. È a suo agio nel lavorare nello spazio del “non sapere”.
  6. Crea o lascia spazio per il silenzio, pause o riflessione.

C. Comunicare Efficacemente

6. Ascolta attivamente

Definizione: si concentra su ciò che il cliente dice e non dice per comprendere pienamente ciò che viene comunicato nel contesto dei sistemi del cliente e per supportare l’auto-espressione del cliente.

  1. Considera il contesto, l’identità, l’ambiente, le esperienze, i valori e le convinzioni del cliente per migliorare la comprensione di ciò che il cliente sta comunicando.
  2. Rispecchia o sintetizza ciò che il cliente ha comunicato per garantire chiarezza e comprensione.
  3. Riconosce ed esplora quando c’è di più oltre ciò che il cliente sta comunicando.
  4. Osserva, riconosce ed esplora le emozioni, i cambiamenti di energia, i segnali non verbali o altri comportamenti del cliente.
  5. Integra le parole, il tono della voce e il linguaggio del cliente per comprendere il pieno significato di ciò che viene comunicato.
  6. Nota le dinamiche dei comportamenti e delle emozioni del cliente nel corso delle sessioni per riconoscere temi generali e pattern.

7. Evoca consapevolezza

Definizione: facilita le intuizioni e l’apprendimento del cliente utilizzando strumenti e tecniche quali le domande potenti, silenzio, metafore o analogie.

  1. Considera l’esperienza del cliente quando lui decide cosa potrebbe essergli più utile.
  2. Sfida il cliente come un modo per sollecitare consapevolezza o intuizione.
  3. Pone domande sul cliente, ad esempio sul suo modo di pensare, i valori, i bisogni, i desideri e le credenze.
  4. Fa domande che aiutano il cliente a esplorare oltre il suo pensiero attuale.
  5. Invita il cliente a condividere di più sulla propria esperienza nel qui e ora.
  6. Nota cosa sta funzionando per incrementare i progressi del cliente.
  7. Adatta l’approccio di coaching in risposta alle esigenze del cliente
  8. Aiuta il cliente ad identificare i fattori che influenzano i modelli attuali e futuri di comportamento, pensiero o emozioni.
  9. Invita i clienti a generare idee su come possono progredire e su ciò che sono intenzionati o in grado di fare.
  10. Supporta il cliente a ricontestualizzare le prospettive.
  11. Condivide, senza attaccamento, osservazioni, intuizioni e sensazioni che hanno il potenziale per creare nuovo apprendimento per il cliente.

D. Coltivare l’apprendimento e la crescita

8. Facilita la crescita del cliente

Definizione: collabora con il cliente per trasformare l’apprendimento e le intuizioni in azioni. Promuove l’autonomia del cliente nel processo di coaching.

  1. Lavora con il cliente per integrare nuove consapevolezze, intuizioni o apprendimenti nella sua visione del mondo e nei comportamenti.
  2. Collabora con il cliente per progettare obiettivi, azioni e indicatori di responsabilità che integrano ed espandono nuovi apprendimenti.
  3. Riconosce e supporta l’autonomia del cliente nella progettazione di obiettivi, azioni e metodi di responsabilità.
  4. Supporta il cliente nell’identificare i risultati o l’apprendimento potenziali derivanti dalle azioni identificate.
  5. Invita il cliente a considerare in che modo progredire, includendo risorse, supporti e potenziali barriere.
  6. Collabora con il cliente per sintetizzare l’apprendimento e le intuizioni durante o tra le sessioni.
  7. Celebra i progressi e i successi del cliente.
  8. Collabora con il cliente per chiudere la sessione.

Il beneficio delle 8 core competencies

Le 8 Core Competencies dell’International Coach Federation (ICF) rappresentano le competenze chiave che un coach dovrebbe possedere per svolgere efficacemente la sua attività e vengono utilizzate come standard per la formazione e la certificazione dei coach da parte dell’ICF.

Inoltre, fungono da guida per i coach durante le sessioni di coaching e sono valutate durante il processo di certificazione ICF.

Per sviluppare le 8 Core Competencies è possibile partecipare a programmi di formazione di coaching riconosciuti dall’ICF, ricevere mentorship da coach esperti e impegnarsi in sessioni di coaching supervisionato per ottenere feedback e migliorare continuamente le competenze. La pratica costante e l’apertura all’apprendimento sono infatti fondamentali per lo sviluppo delle competenze di coaching.

Le 8 Core Competencies e il Team Coaching

Il team coaching sta crescendo rapidamente grazie al desiderio dei team di performare bene, in modo costante e per un lungo periodo di tempo negli ambiti aziendali. Al fine di sviluppare un set di competenze per il team coaching, ICF ha condotto un progetto di ricerca basato sulle evidenze (evidence-based) con lo scopo di determinare quali Conoscenze, Capacità, Abilità e Altre Caratteristiche (KSAO: Knowledge, Skills, Abilities, and Other characteristics) i team coach usano in aggiunta alle 8 Competenze Core di ICF.

Le 8 Competenze Core ICF, che forniscono le basi per tutta la pratica del coaching sono state ‘guardate’ in ottica team e, sebbene per il Team Coaching non ne siano necessarie di nuove, sono state inserite diverse nuove sotto-competenze sono necessarie per essere efficaci team coach professionisti.

È stata così prevista un’integrazione alle tabelle per il team coaching, in aggiunta al modello delle Competenze Core di ICF. Una distinzione fondamentale tra le Competenze Core di ICF e le Competenze ICF di Team Coaching è la natura del cliente; un individuo, il cliente in un contesto singolo e il team, inteso come una singola entità, che comprende più individui per il team coaching.

Il documento di ICF fornisce quindi le conoscenze e le abilità aggiuntive che un coach professionista deve possedere per impegnarsi efficacemente nella pratica del team coaching, che ICF definisce come partnership in un processo co-creativo e riflessivo con un team e le sue dinamiche e relazioni, ispirandoli a massimizzare le loro capacità e potenzialità al fine di raggiungere il loro scopo comune e gli obiettivi condivisi.

Le aggiunte:

Competenza 1: Dimostra la pratica etica

  1. Fa coaching al team cliente come un’entità singola;
  2. Mantiene la distinzione tra team coaching, team building, team training, team consulting, team mentoring, facilitazione del team e altre modalità di sviluppo del team;
  3. Dimostra la conoscenza e l’abilità necessarie per mettere in pratica la specifica combinazione delle modalità di sviluppo del team che sta offrendo;
  4. Adotta modalità di sviluppo del team più direttive solo quando è necessario per aiutare il team a raggiungere i propri obiettivi;
  5. Mantiene fiducia, trasparenza e chiarezza nello svolgimento dei diversi ruoli legati al Team coaching.

Competenza 2: Incarna il Coaching Mindset

  1. Si impegna a ricevere supervisione nel coaching per supporto, sviluppo e responsabilità, quando necessario;
  2. Rimane obiettivo e consapevole delle dinamiche e degli schemi del team.

Competenza 3: Stabilisce e mantiene gli accordi

  1. Spiega cosa è e cosa non è il Team Coaching, incluso come differisce da altre modalità di sviluppo del team;
  2. Collabora con tutte le parti interessate, inclusi il team leader, i membri del team e qualsiasi co-coach, per creare collaborativamente accordi chiari su relazione di coaching, processi, piani, modalità di sviluppo e obiettivi;
  3. Collabora con il team leader per determinare come verrà condivisa la responsabilità del processo di coaching tra il coach, il team leader e il team.

Competenza 4: Coltiva Fiducia e Sicurezza

  1. Crea e mantiene uno spazio sicuro per un’interazione aperta e onesta con i membri del team;
  2. Promuove la visione del team come una singola entità con un’identità comune;
  3. Favorisce l’espressione dei sentimenti, percezioni, preoccupazioni, convinzioni, speranze e suggerimenti sia dei singoli membri che dell’intero team;
  4. Incoraggia la partecipazione e il contributo di tutti i membri del team;
  5. Collabora con il team per sviluppare, mantenere e riflettere sulle regole e le norme del team;
  6. Promuove la comunicazione efficace all’interno del team;
  7. Collabora con il team per identificare e risolvere i conflitti interni.

Competenza 5: Mantiene la Presenza

  1. Utilizza l’intera gamma di capacità sensoriali e percettive per concentrarsi su ciò che è importante per il processo di coaching;
  2. Utilizza un co-coach, quando concordato con il team e gli sponsor, per essere più presente nella sessione di team coaching;
  3. Incoraggia i membri del team a fermarsi e riflettere su come stanno interagendo durante la sessione di team coaching;
  4. Entra e esce dal dialogo del team ove opportuno.

Competenza 6: Ascolta Attivamente

  1. Nota in che modo le prospettive condivise da ciascun membro del team sono correlate alle opinioni degli altri membri e al dialogo del team;
  2. Nota come ogni membro del team influisce sull’energia, sul coinvolgimento e sulla concentrazione dell’intero team;
  3. Nota i modelli di comunicazione verbale e non verbale tra i membri del team per identificare potenziali alleanze, conflitti e opportunità di crescita;
  4. Crea una comunicazione e una collaborazione confidente ed efficace quando lavora con un co-coach o con altri esperti;
  5. Incoraggia il team a prendersi la responsabilità del proprio dialogo.

Competenza 7: Evoca Consapevolezza

  1. Sfida le supposizioni, i comportamenti e i processi di creazione di significato del team per migliorarne la consapevolezza o intuizione collettiva;
  2. Utilizza domande e altre tecniche per promuovere lo sviluppo del team e facilitarne l’assunzione di responsabilità del dialogo collettivo.

Competenza 8: Facilita la Crescita del Cliente

  1. Incoraggia il dialogo e la riflessione per aiutare il team a identificare i propri obiettivi e i passi da compiere per realizzarli.