fbpx

Perchè è così importante eliminare le proprie convinzioni limitanti? Qual è il potere delle credenze limitanti e in che modo condizionano la nostra vita?

Le convinzioni limitanti su di noi, sugli altri e sul mondo che ci circonda possono condizionare pesantemente il nostro benessere e la nostra realizzazione. Le convinzioni limitanti hanno un potere enorme su di noi e su quello che ci raccontiamo.

Ora, vediamo insieme di fare chiarezza e di comprendere come funzionano le convinzioni limitanti, come riconoscerle e, soprattutto, come superarle.

Convinzioni limitante: cos’è

Una convinzione limitante è una credenza negativa o restrittiva che una persona ha sviluppato nel corso della sua vita e che limita il suo potenziale di crescita e realizzazione personale. Alcune caratteristiche delle convinzioni limitanti sono:

  • Sono spesso radicate profondamente nell’inconscio e vengono date per scontate.
  • Possono portare a comportamenti autolesionisti e a scelte che ostacolano il raggiungimento dei propri obiettivi.
  • Sono spesso legate a esperienze passate o a messaggi negativi ricevuti da altre persone.
  • Impediscono all’individuo di vedere nuove possibilità e di espandere i propri orizzonti.
  • Possono riguardare diverse aree della vita come le relazioni, la carriera, la finanza, ecc.

Alcuni esempi comuni di convinzioni limitanti sono “Non sono abbastanza bravo/a”, “Non posso permettermi di…” oppure “Non ho mai fortuna”. Superare queste convinzioni limitanti attraverso processi di consapevolezza e di riformulazione positiva può liberare il potenziale di una persona e permetterle di raggiungere i suoi obiettivi.

Come nascono le convinzioni limitanti

Le convinzioni limitanti possono nascere e svilupparsi in diversi modi durante la vita di una persona:

  1. Esperienze negative del passato:
    • Traumi, fallimenti o delusioni vissuti nell’infanzia o nell’adolescenza possono portare a creare credenze negative su se stessi e sulle proprie capacità.
    • Ad esempio, un bambino che viene ripetutamente criticato potrebbe sviluppare la convinzione “Non sono abbastanza bravo”.
  2. Messaggi negativi ricevuti dagli altri:
    • Le parole e gli atteggiamenti di genitori, insegnanti o figure influenti possono instillare convinzioni limitanti.
    • Frasi come “Non ce la farai mai” o “Non sei tagliato per questo” possono diventare credenze radicate.
  3. Confronto e giudizio sociale:
    • Il continuo paragone con gli altri e la paura del giudizio possono portare a credenze come “Non sono all’altezza” o “Non posso competere”.
    • La pressione per conformarsi a standard irrealistici può essere un fattore scatenante.
  4. Autosabotaggio e abitudini mentali negative:
    • Tendenze come il perfezionismo, la procrastinazione o l’automedicazione possono consolidare convinzioni limitanti.
    • Frasi come “Non merito il successo” o “Non ci riuscirò mai” diventano un copione mentale ricorrente.
  5. Mancanza di fiducia e autostima:
    • Esperienze di vita che minano la fiducia in sé stessi possono favorire lo sviluppo di convinzioni limitanti.
    • Credenze come “Non sono abbastanza” o “Non sono all’altezza” trovano terreno fertile in individui con bassa autostima e perdita di senso dell’autoefficacia.

È importante notare che le convinzioni limitanti non sono fisse e immutabili. Possono essere identificate, analizzate e superate attraverso un consapevole lavoro di crescita personale.

Come superare le convinzioni limitanti

Per liberare il nostro potenziale, vivere una vita piena e riuscire ad essere la migliore versione di noi stessi, dobbiamo superare le convinzioni limitanti che possono ostacolare il nostro successo e il nostro benessere.

Ecco alcuni passaggi concreti per superare le tue convinzioni limitanti:

  1. Prendine consapevolezza. Come abbiamo visto, il primo passo è identificare chiaramente quali sono le tue convinzioni limitanti. Scrivile, analizzale e rifletti su come ti influenzano.
  2. Mettile in discussione. Chiedi a te stesso se queste convinzioni sono davvero vere e realistiche oppure se sono il frutto di distorsioni cognitive. Cerca prove a favore e contro.
  3. Riformula le convinzioni in modo positivo. Rielabora le tue convinzioni limitanti in una forma più costruttiva e incoraggiante, ad esempio: “Posso imparare e migliorare” invece di “Non sono bravo abbastanza”.
  4. Visualizza i tuoi obiettivi. Immagina vividamente come sarebbe raggiungere i tuoi traguardi e liberarti delle limitazioni. Questa pratica aiuta a rafforzare una mentalità positiva.
  5. Inizia piccoli passi. Non pretendere di cambiare tutto in una volta. Affrontando una sfida alla volta, puoi costruire gradualmente la tua fiducia e autoefficacia.
  6. Circondati di persone di supporto. Chiedi a familiari, amici o professionisti di aiutarti a riconoscere e superare le tue convinzioni limitanti. Il sostegno degli altri è fondamentale.
  7. Celebra i tuoi progressi. Ricorda di dare a te stesso il merito per ogni piccolo passo avanti che fai. Questo rinforza il tuo percorso di crescita.
  8. Sviluppa il Coaching Mindset.

Con impegno e costanza, puoi effettivamente liberarti dalle tue convinzioni limitanti e aprire la strada a nuove possibilità di realizzazione personale.

Come riconoscere una convinzioni limitante

Per riconoscere le convinzioni limitanti puoi usare alcune strategie. Ecco le principali:

  1. Ascolta il tuo linguaggio interiore. Presta attenzione alle frasi negative o sfiduciate che ti dici mentalmente, come “Non posso farcela”, “Sono sempre sfortunato” o “Non sono abbastanza”.
  2. Rifletti sulle tue reazioni emotive. Le convinzioni limitanti spesso generano sentimenti di paura, ansia, frustrazione o scoraggiamento di fronte a determinate situazioni.
  3. Esamina i tuoi comportamenti e le tue decisioni. Le convinzioni limitanti possono portarti a evitare certe sfide, a non provare nuove cose o a sabotare le tue stesse opportunità.
  4. Presta attenzione ai tuoi giudizi verso gli altri. Le convinzioni limitanti che hai su te stesso potrebbero proiettarsi sugli altri, facendoti credere che anche loro non possano raggiungere determinati obiettivi.
  5. Ricorda esperienze passate. Pensa a momenti in cui ti sei sentito limitato o incapace di raggiungere un obiettivo. Cosa ti è passato per la mente in quei momenti?
  6. Chiedi a persone fidate. Amici e familiari che ti conoscono bene possono aiutarti a identificare alcune tue convinzioni limitanti di cui magari non sei consapevole.

L’importante è mantenere un atteggiamento di curiosità e non di giudizio. Identificare le proprie convinzioni limitanti è il primo passo per iniziare a superarle.

Caratteristiche delle convinzioni limitanti

Una credenza limitante è uno stato della mentale rispetto a qualcosa o qualcuno

“Mario è una persona inaffidabile” è una convinzione su qualcuno. “Gli aerei sono pericolosi” è una convinzione su qualcosa. “Io sono una persona paurosa” è una convinzione su se stessi.
Come puoi leggere dagli esempi, è facile comprendere come questi pensieri possano influire sulla tua vita, spingendoti a credere in vere e proprie storie.

E’ uno stato della mente che si ripercuote sui tuoi comportamenti

Se pensi che Mario sia inaffidabile, ti comporterai in un certo modo con lui.
Non prenderai mai l’aereo e tenderai a guardare tutto come una minaccia.
Naturalmente, le tue convinzioni non si fermano ai soli pensieri, ma influenzano anche i tuoi comportamenti, condizionandoli e restringendo il tuo campo d’azione.

La convinzione limitante determina anche i risultati che ottieni e che non ottieni

Con Mario non avrai un buon rapporto. Ti perderai pezzi di mondo, raggiungibile solo con l’aereo. Tenderai a restare sempre nella tua zona di confort. Ovviamente, dopo aver condizionato i tuoi pensieri e i tuoi comportamenti, il passaggio successivo sarà determinare i tuoi risultati. Ti ricordo che la tua autostima si basa anche sui risultati che sei riuscito a ottenere!

La convinzione limitante si autoconferma

Costruendo un cattivo rapporto con Mario, pensi che aumentino le possibilità che lui si dimostri una persona affidabile? Che risonanza avrà dentro di te, la notizia che un aereo ha avuto un piccolo incidente?
Pensare che tutto sia una minaccia, trasformerà qualsiasi cosa in una reale minaccia.
Il limite più grande di queste credenze è che tendono a trovare conferma nella realtà.
Quindi, ti chiudono in un sistema di interpretazione limitante e fuorviante.

Tenderai ad alterare la realtà e ad adattarla alle tue convinzioni. Anche se queste sono limitanti! Per questo, ti sembra di vivere una storia che si ripete nel tempo: si ripetono le situazioni, i problemi, gli incontri, etc.

Quando una convinzione limitante si trasforma in una credenza madre?

Una convinzione limitante, con il passare del tempo e la sua reiterazione, si trasforma in una credenza madre, perchè diventa profonda e automatica. Più una convinzione è antica e più sarà profonda e automatica. Profonda significa che quella convinzione finirà per condizionare altri aspetti e ambiti della tua vita. Automatica significa che diventa un’abitudine, che agisce in modo inconsapevole e senza il tuo permesso!

Sì, hai letto bene: senza la tua autorizzazione!  Così facendo, il rischio è che le decisioni importanti della tua vita, vengano prese dalle tue credenze, privandoti della possibilità di scelta e della tua libertà. Solo quando sei veramente libero, puoi dare forma e sostanza al mondo intorno a te! Per questo è assolutamente importante riuscire a liberarsi dalle convinzioni limitanti.

Come liberarsi dalle convinzioni limitanti

Esistono diversi metodi per eliminare le proprie convinzioni limitanti. Indubbiamente, il coaching è una metodologia specializzata nell’affrontare le convinzioni limitanti. Puoi consultare il nostro Team di Coach. Oppure, decidere di diventare coach professionista per aiutare gli altri a superare le loro convinzioni limitanti. In alternativa, ti segnaliamo il metodo Cambia la Tua Storia® che ti consente di lavorare sia sulle tue convinzioni limitanti, che sulla tua credenza madre.

Coach Adamo
(Diretto Didattico Scuola di Coaching MCI)