Decidere è difficile! E’ inutile prendersi in giro.

E’ talemente difficile che tante discipline si sono occupate di analizzare il processo decisionale: la psicologia, la filosofia, la sociologia, persino la matematica!

Allora, ammettiamolo: decidere è difficile.
OK.

Ma non impossibile!

Pensaci un istante.
La differenza tra le persone di successo e le persone che non riescono nella vita, sono proprio le decisioni.
La capacità di prendere la decisione migliore.

Questo ci dice che, imparare a decidere è possibile.

In questo articolo, voglio passarti alcuni elementi che ti aiuteranno a scegliere, nel momento in cui ti troverai di fronte a delle decisioni da prendere.

  • La maggior parte delle decisioni si riducono a una scelta tra due alternative.

Facci caso.
Tutte le volte che hai dovuto prendere una decisione e non sapevi cosa scegliere, eri indeciso tra due alternative.
Il problema era proprio questo.
Ti ero chiuso in due sole opzioni, evidentemente, entrambe insufficienti per te!
Abbiamo 2 emisferi, quindi, probabilmente, è il nostro cervello che in maniera automatica ci pone solo due alternative tra cui scegliere.
In realtà, ti basta soffermarti un attimo, per iniziare a trovare tantissime altre strade.
Il mio suggerimento è quello di andare oltre le 2 opzioni e metterti alla ricerca di altre strade possibili. Forse, scoprirai che la risposta che stai cercando si trova lì.

  • Impara ad ascoltare la tua parte profonda

Analizzare la situazione. Valutare i pro e i contro. Fare una ponderazione oggettiva delle cose. E’ abbastanza semplice. Certo, è il primo passo per prendere una decisione.
Ma se la soluzione non arriva, allora, bisogna trovare la risposta altrove.
Fino a questo momento, hai usato la tua parte razionale.
Da ora in poi, dovrai imparare ad ascoltare la tua parte inconscia ed emotiva.
Le tue emozioni, i tuoi sogni, le tue passioni e i tuoi desideri non possono rimanere sempre inascoltati.
Molto spesso, è prestando attenzione a questa parte profonda che trovi le risposte alla tua indecisione.
Ci sono molti modi per imparare ad ascoltare la tua parte emotiva: la comunicazione non verbale, le visualizzazioni, etc. Ti sagnalo anche questo strumento: clicca qui

  • Puoi perdere singole occasioni, ma non perderai mai la possibilità di averne altre

Sicuramente, decidere per un’alternativa, piuttosto che per un’altra, comporta la possibilità di perdere un’occasione. E’ un dato di fatto.
Se decidi per un determinato lavoro, piuttosto che per un altro, sicuramente ti perderai le eventuali opportunità connesse con quell’esperienza professionale.
Fa parte del gioco. Non ci puoi fare nulla.
Però, se è vero che perdi singole occasioni, non perderai mai la possibilità di averne altre.
Anche questo è un dato di fatto.
La vita è fatta di tantissime opportunità e anche tu hai diritto a queste possibilità.
Per fortuna, anche questo fa parte del gioco ed è un aspetto che puoi usare a tuo vantaggio.

  •   E’ meglio decidere male che non decidere affatto.

Una delle cose più difficili da sopportare è lo stato di incertezza.
Restare immobili davanti ad una decisione è quasi impossibile.
Prima o poi, presto o tardi, dovrai necessariamente scegliere e se non lo farai sarà anche peggio.
La nostra mente, solitamente, non è in grado di gestire uno stato di indeterminatezza.
C’è anche un’altra ragione, che ti spinge a scegliere, piuttosto che a non decidere affatto.
Molto spesso, solo dopo aver preso una determinata decisione si può comprendere davvero se è stata la scelta migliore. Calandosi del tutto nell’alternativa che si è deciso di intraprendere, si possono fare i conti con le proprie percezioni, sensazioni ed emozioni. Solo così possiamo confrontare la realtà con quello che avevamo supposto prima di fare la nostra scelta.
Tante volte non si riesce ad avere questo tipo di approccio, perché vorremmo sempre fare la scelta giusta e migliore per noi. E’ comprensibile. E’ ovvio che sia così.
Però, è dalla tua capacità di venire fuori dalle scelte sbagliate, che si misura il tuo valore.
Non sempre è possibile prendere la decisione migliore, ma è sempre possibile rimediare a quella decisione!

(Coach Pasquale Adamo – Direttore Scuola di Coaching MCI)