Mi chiamo Stefano Petrillo e sono un Coach sportivo.
Ho conosciuto il coaching qualche anno fa, ma non ho mai intrapreso un percorso professionalizzante.
Durante i primi mesi dello scorso anno, girovagando su FB, ho trovato la pagina di Master Coach Italia | Scuola di Coaching,  nella quale si sponsorizzava il corso.

Così, dopo aver letto attentamente il programma, ho inviato la richiesta per ricevere ulteriori informazioni.

Fui contattato Vincenza Tridente (fantastica Tutor della Scuola di Coaching MCI), che mi invitò in sede per un incontro conoscitivo.
Devo ammettere che quell’incontro è stato fulminante.

Parlai un po’ di me e dopo poco accadde che Vincenza mi parlò di una sua situazione personale chiedendomi aiuto come Coach sportivo.
Io fui felicissimo di questa sua richiesta, entrammo subito in empatia e compresi che quella Scuola era fatta di persone, persone in carne, ossa e sentimenti.

Vincenza mi parlò del Maestro, dicendomi che il mio modo di essere e di fare, era perfettamente in linea con il suo.
Mi iscrissi immediatamente e mi salutò abbracciandomi e dicendomi: Grazie.

Avevo appena conosciuto una persona splendida, di quelle persone che difficilmente incontri nella vita e compresi che Master Coach Italia sarebbe stata una mia seconda casa.

Avevo deciso di intraprendere questo percorso professionalizzante in quanto amo prendermi cura delle persone e portarle al CAMBIAMENTO.
Utilizzo lo Sport come fonte di cambiamento non solo fisica, ma piuttosto mentale in termini di acquisizione di nuove sane abitudini e stile di vita.

Lo sport è tanto simile al coaching ed entrambi hanno una caratteristica in comune: il FARE!
Ciò che ho imparato nel mio peercorso con la Scuola di Coaching MCI è che il coaching è pratica, pratica costante e continua di nuovi modelli di pensiero che ti portano al cambiamento.

Il coaching è FARE ed io da sportivo amo l’azione.
Nello sport, soprattutto in Italia, si dà poco valore all’allenamento mentale, mentre esso dovrebbe avere una grande importanza affinché si possano ottenere delle performance uguali al proprio potenziale.

Così come nello Sport, la stessa cosa si può dire per il Life Coaching e per il Business Coaching.

La mia voglia di essere il cocchiere delle vite altrui nasce da un mio personale bisogno di trascendenza.
Amo dedicarmi al prossimo e donarmi, perché ritengo che la mia immortalità sarà determinata da ciò che lascerò in questa vita, ovvero da ciò che lascerò nei cuori e nei pensieri di coloro che mi avranno conosciuto in vita.

Ho iniziato il mio viaggio con questo presupposto, ma è accaduto che il cambiamento è avvenuto in me.

Ho imparato a far parlare liberamente il mio cuore.
Ho imparato ad emozionarmiormai piango per ogni cosa 😉
e ho imparato cosa significa realmente comunicare in maniera efficace.

Mi è piaciuto tutto ciò che si è creato nella mia aula.
C’era un’aria magica e il rapporto con docenti e compagni di viaggio è stato meraviglioso.

Si è creata una famiglia, ma credo in realtà che non sarebbe potuto essere diversamente.
MCI è davvero un posto magico dove ogni desiderio si avvera!

Mi è piaciuto il percorso personale effettuato e il cambiamento personale che mi porterà ad essere LA VERSIONE MIGLIORE DI ME STESSO.

Come utilizzerò tutto ciò?
Per perseguire la mia MISSION e per aiutare gli altri ad intraprendere la via del cambiamento che possa portare a performance migliori.

Ho tante idee nella testa, sicuramente, il mio futuro lavorativo sarà colmo di COACHING.

Al momento c’è già un gran bel progetto che porterò avanti con la Scuola MCI e di cui sono fiero ed orgoglioso.
Volete sapere cosa? STAY TUNED!

Colgo l’occasione per ringraziare tutti i docenti: Pasquale Adamo, Daniela Marrocco, Marilena Satalino, Vincenza Tridente e la padrona di casa Maria Carducci.

Un grande GRAZIE a tutti i miei compagni di viaggio per tutte le emozioni vissute insieme: grazie Beppe, grazie Giuseppe, grazie Pasquale, grazie Rossana, grazie Fulvio, grazie Cesario, grazie Nico, grazie Gianna, grazie Sara, grazie Ennio.

Stefano Petrillo (Coach e Allievo della Scuola di Coaching MCI)

 

 

Related Post