Come Fenici in volo

Ho scritto l’articolo “Come Fenici in volo” dopo la partecipazione al webinar “TRASMUTAZIONE EMOTIVA: DALLA FERITA AL TALENTO”.

Appena ho letto il titolo di questo Webinar con Master Coach Italia, ho deciso subito di iscrivermi. L’ho sentito mio, ne ho sentito il richiamo, come se fosse un segnale dell’Universo, o forse, direi ora, del mio Angelo!

Così lo scorso giovedì 24 giugno mi sono affidata al Direttore Pasquale Adamo.

Consapevole che questo laboratorio avrebbe rappresentato il proseguimento di un ciclo iniziato da qualche mese alla riscoperta della parte più autentica di me. Un viaggio esperienziale e trasformativo, per riconoscere ed abbracciare la mia ferita, accoglierla e darmi la possibilità di ringraziarla per l’immenso dono che ha portato con sé.

Un incontro tra anime che si sono donate l’una all’altra

Grazie all’accoglienza e la cura di Pasquale Adamo e del Team MCI, fin da subito ho provato un grande senso di leggerezza e tranquillità. Ho provato appartenenza e familiarità con volti che vedevo per la prima volta, ma che in quel momento erano dei cuori insieme al mio.

Un incontro tra anime che si sono donate l’una all’altra. È stata questa la grande bellezza e la potenza di questo meraviglioso percorso. Un momento introspettivo, uno sguardo sincero volto all’interno di noi stessi per riconoscere quella ferita che ci ha segnati nel profondo, accoglierla e trovare il coraggio di farla emergere. E’ stato un momento di compartecipazione emotiva, in cui il dolore del singolo è stato sentito dagli altri, le lacrime sono state asciugate con i cuori. Insieme siamo scesi nel profondo delle ferite di ognuno per venire poi illuminati dalla luce che irradiano.

Perché come dice il nostro Direttore: “Più la ferita è profonda, più grande è la luce!”

Una venatura dorata, il dono che impreziosisce il nostro senso dell’esistenza

E la bellezza di quella ferita non è altro che una venatura dorata negli squarci della nostra Anima, il dono che impreziosisce il nostro senso dell’esistenza. Come uno di quei vasi antichi di ceramica che è andato in frantumi e le cui fratture sono state colmate da qualcosa di prezioso.

Un’emozione in crescendo culminata con la lettura della rivelazione del proprio Angelo che ci ha guidati verso la profonda comprensione di quella ferita. Abbiamo scoperto che il dolore da lei generato, altro non era che il portatore di un messaggio: il senso della nostra Vita.

Come fenici abbiamo spiegato le ali

Leggendo e rileggendo il messaggio del mio Angelo ho capito il vero significato nascosto dietro alla mia ferita e il prezioso dono che mi ha restituito. Una ferita che per anni ho vissuto e sofferto come una fonte di distruzione, per poi arrivare a comprendere che quella era davvero l’unica strada verso la trasformazione.

E così, siamo diventati fenici che ardendo si sono ridotte in cenere avvolte dal fuoco delle proprie ferite e poi abbiamo spiegato le ali della trasmutazione per andare ad abbracciare il nostro dono!

Maddalena Polato
(Allieva Scuola di coaching MCI)