Gestire il tempo migliora la produttività

Tutti quanti o quasi, ci lamentiamo del poco tempo che abbiamo a disposizione e spesso ci rammarichiamo del fatto che le giornate durano 24 ore quando, invece, vorremmo che durassero almeno 48 ore!

In realtà, se fosse così, avremmo almeno il doppio degli attuali problemi.

Ma è il tempo che ci manca oppure lo utilizziamo male?

Probabilmente, come spesso accade, la verità è nel mezzo!

Secondo alcuni studi scientifici, pare che le persone abbiano energia e attenzione limitate e, per questo motivo, bisognerebbe svolgere le attività più importanti prima di tutte le altre.

I Ladri del Tempo

Altro tema, a dir poco fondamentale, riguarda i cosiddetti “Ladri del Tempo”.

E’ molto importante comprendere la definizione, l’individuazione e la gestione di questi pericoli che serpeggiano intorno a noi.

I Ladri del Tempo sono quelle persone, oggetti, abitudini che ci distolgono dalle attività fondamentali e ci inducono ad utilizzare il nostro tempo e le nostre energie per attività poco importanti.

Tra i più pericolosi vi sono, a seconda delle attività che stiamo svolgendo, clienti, colleghi, strumenti tecnologici (smartphone, mail, social, ecc..) e cattive abitudini (andare sui social appena svegli, guardare le mail appena arrivati in ufficio, ecc..).

Per quanto riguarda la gestione efficace di questi ladri, tutto dipende da quali sono i tuoi obiettivi. Se hai obiettivi performanti, che “ti fanno battere il cuore”, riuscirai a gestirli meglio; se, al contrario, non ti sei fissato obiettivi più grandi, è più probabile che ti faccia coinvolgere in attività poco produttive.

Attività importanti o urgenti?

La maggior parte delle persone non sa distinguere le attività “importanti” da quelle soltanto “urgenti”.

In effetti, se riuscissi a identificare e svolgere prima delle altre, le attività importanti, avresti fatto già più della metà del tuo lavoro.

Il vero problema è che, non appena ti alzi dal letto, tutto quello che ti eri prefissato la sera prima passa in secondo piano.

Vieni investito da attività urgenti che ti fanno posporre quelle importanti, fino a farti tornare a casa con la sensazione di non aver combinato nulla.

Ricorda: se vuoi essere produttivo devi darti degli obiettivi performanti e le attività collegate ad essi devono essere svolte prima di ogni altra cosa!

Un’ultima, ma non meno importante caratteristica, è legata alla necessità di “RIPOSARSI”.
Anche il terreno per dare buoni frutti ha bisogno di rigenerarsi.

Ti aspetto al mio webinar GESTIONE DEL TEMPO del 29 aprile 2021: clicca qui

Angelo Fanizzi
(Coach MCI, Trainer e Scrittore)