Gestione delle Emozioni

Gestione delle Emozioni è stato il webinar che Master Coach Italia ha tenuto il 15 maggio 2020, condotto dal direttore Pasquale Adamo.

Un grande successo, determinato dalla professionalità dal docente e alla dedizione con cui l’argomento è stato affrontato.

Emozioni

Cosa sono le emozioni e cosa è l’ INTELLIGENZA EMOTIVA, così i partecipanti vengono introdotti all’argomento. un veloce e chiaro passaggio tra nozioni scientifiche e cenni storici. E poi, subito, un primo esercizio. Qual è la parte dolorante del vostro corpo? Qual è l’organo che soffre?

Attraverso le slide, strumento fornito a tutti i partecipanti, ognuno ha potuto raffrontarsi con il primo dei messaggi che il corpo cercava di comunicarli. Un dolore alle spalle può essere indicativo di un carico, una responsabilità che portata in maniera sbagliata può essere nociva al corpo che accumula e all’animo che cerca attraverso il corpo di comunicarcelo.

Così un refuso può indicare un difficoltà a “digerire” qualcosa; un carico sull’intestino scorie di cui dobbiamo liberarci. Utile quindi anche affidarci alle metafore per imparare ad ascoltare le emozioni.

La gestione emotiva

La verità è che l’unico modo per gestire le emozioni è ASCOLTARLE, ascoltare il corpo attraverso cui ci parlano.Concedere a loro e a noi il tempo per essere “attraversate” e attraversarle solo quando siamo realmente pronti a farlo. Una fra le numerose tecniche di ascolto corporeo che ci dà accesso alla cosiddetta AUTORITA’ ANIMICA e non EGOICA è il FOCUSING, che vedremo in seguito.

I TRE NEMICI

i tre nemici da combattere per procedere ad un ascolto comprensivo del proprio sé sono quelli generati dall’autorità egoica: GIUDIZIO, SENSO DI COLPA e PAURA. Essi sono concatenati tra loro:

  1. Il giudizio implica che le mie scelte siano fatte in base al giudizio o mio o degli altri e da questo scaturisce il senso di colpa;
  2. Se le mie azioni sono dettate dal giudizio degli altri, mi sentirò in colpa verso me stesso; viceversa se prenderò le mie scelte “infischiandomene” degli altri mi sentirò in colpa nei loro confronti. In entrambi i casi me ne vergognerò.
  3. La vergogna genera la paura che a sua volta ci riporta al giudizio, dando vita ad una sorta di circolo vizioso.

Autorità animica

Per mettere in pratica l’ascolto originato dall’autorità anemica, l’ascolto ematico di noi stessi, l’ascolto che prevede la sospensione del giudizio esiste la tecnica del FOCUSING, tecnica di cui i partecipanti hanno imparato il metodo attraverso l’esercizio pratico della stessa, prima in un incontro in plenaria e poi attraverso lo stesso esercizio tarato per essere fatto in maniera collettiva.

FOCUSING

Praticare il focusing è abbastanza semplice, eppure è prevista di una buona dose di coraggio. Bisogna centrarsi e mettersi in ascolto del proprio corpo che diventa l’unico interlocutore. Focalizzarsi sulla parte che richiede attenzione, proiettarla oltre noi e chiederle “cosa ha da dirci”. L’inconscio attraverso il corpo parla in maniera SEMPLICE, non crea messaggi complessi. Quella semplicità sa essere meravigliosamente e disastrosamente LIBERATORIA, proprio come quei proverbi sussurrati al momento giusto dagli anziani più saggi. Ringraziare il nostro corpo per questo, ringraziare il nostro inconscio è solo il primo passo.

Dopo l’ascolto tocca passare all’azione ma questa è un’altra storia.

Un grande regalo finale

Al termine del percorso Marilena Satalino ha condotto tutti i partecipanti in una visualizzazione guidata, così da salutarci carichi e rigenerati. Un regalo eccezionale.

I prossimi appuntamenti

Per essere aggiornato sui prossimi incontri clicca qui, nel frattempo puoi ascoltare e scaricarti la playlist fatta insieme a tutti i partecipanti al webinar Gestione delle Emozioni.

Luigia Marino

(Coach e allieva di MCI)