Esiste una relazione tra Sintomo ed Emozione? Samanta Mancini ci introduce al laboratorio “Ogni sintomo è un messaggio” (clicca qui) tenuto da Bartolo Allegrini (clicca qui) e Marilena Satalino, nella sede di Master Coach Italia, Bari.

Sento, dunque esisto!

“Come mi sento”? quante volte ce lo chiediamo?

Siamo fagocitati da una società che ci vuole sempre in movimento, sempre “IN”, sempre più al top, sempre più bravi, più intelligenti, a scuola, al lavoro, in famiglia, OVUNQUE!

Poi un giorno, all’improvviso, tutto si blocca. Chiudi gli occhi. Guardati. Immobile. In pausa. In modalità “OFF”. Cosa ti sta succedendo? Forse hai tirato troppo la corda? Ti sei caricata di troppe responsabilità? Hai creduto all’onnipotenza? Forse si, o forse no.

Io e l’emozione

Quindi: “Come mi sento?”; ah, già, è vero, esisto anche IO. Quell’IO che troppo spesso perdiamo per strada dimenticandoci completamente di noi, fino ad arrivare, alle volte, al punto in cui non siamo più in grado di ascoltarci per capire cosa sentiamo. E, cosa sentiamo? E’ qualcosa che si muove dentro. Si chiama EMOZIONE, lo scuotimento dell’animo, la vibrazione che tutto muove, nel bene e nel male.

Si cercano spesso corsi per poter “approcciarsi meglio agli altri”; ma come si fa ad approcciarsi meglio agli altri se non siamo più in grado di ascoltare noi stessi? Come si fa ad essere empatici con chi ci circonda  se abbiamo difficoltà ad  accogliere prima di tutto le nostre esigenze?

I sintomi

Succede, allora, che diventiamo sordi dinnanzi a quel rumore che diventa sempre più assordante fino a scuoterci dalla parte più profonda. Arrivano i primi segnali sulla nostra psiche e sul nostro corpo. Quei sintomi che non sono altro che un campanello d’allarme, somatizzando quello che ci accade perché ormai incapaci di controllo.

Se è vero che non possiamo scindere mente e cuore, allora è anche vero che dobbiamo trovare il giusto equilibrio per non “ammalarci”. Perciò abbiamo bisogno di “ritrovarci”, di “ascoltarci”, di imparare ad utilizzare le emozioni in maniera consapevole perché tutto fluisca e di “alimentarci”, perché la fame da soddisfare non è solo un bisogno corporeo ma anche e soprattutto un bisogno emozionale.

E’ l’ora di farci delle domande

Ci piace il lavoro che facciamo? Amiamo il nostro compagno di vita? Andiamo d’accordo con i nostri colleghi? No, non puoi pensarci domani. Il tuo momento è ORA!  Se qualcosa ci disturba, abbiamo il dovere di fermarci! Ora. Oggi. In questo istante.

La vita è fatta di scelte. Bianco o nero? Bello o brutto? Si o no? Felicità o tristezza?

BENE o MALE? Per essere equilibrati, i nostri chakra, i nostri vortici energetici devono essere in costante equilibrio perché siamo Terra, Acqua, Fuoco, Aria ed Etere, siamo un meraviglioso UNIVERSO.

Scegliamo “il nostro bene” prima di metterlo a disposizione degli altri.

Samanta Mancini

(Coach e Referente della Scuola di Coaching MCI – Foggia)

 

 

Related Post