Lo sai bene: l’unica cosa che ti impedisce di realizzare il tuo sogno è la tua paura.

Però, sai anche che una cosa è dirlo e tutta un’altra storia è viverlo.

Ed è proprio questo che desidero fare in queste righe: raccontarti come ho realizzato il mio sogno, solo dopo aver superato la mia paura.

Il sogno è questo. Nel 2012 ho creato la Scuola di Coaching MCI (Master Coach Italia). Sono partito da Bari, ma il sogno era quello di avviare MCI in diverse regione d’Italia (questo è un passaggio fondamentale).

In poco tempo, MCI si è trasformata nel punto di riferimento del Coaching in Puglia.
Abbiamo avviato tanti progetti di coaching, oltre al percorso formativo per diventare Coach Professionisti (siamo già alla settima edizione!).

Grazie alla collaborazione con la Coach Daniela Marrocco, abbiamo avviato progetti di coaching nelle Scuole Pubbliche, nelle Aziende, nello Sport e, naturalmente, con i privati.

Fin qui tutto bene. Ho dovuto lavorare tanto, superare molti ostacoli e dedicare tante energie. Però, sinceramente, ti dico che non è stato così difficile.

Sai perchè? Perchè non avevo paura. Non mi ponevo limiti. Ero molto sicuro della strada da intraprendere e come arrivarci. Mi sentivo pronto, all’altezza e sicuro delle mie capacità.

Ti dico questo, perchè le cose sono andate in modo molto diverso, quando è giunto il momento di avviare le sedi di MCI in altre Regioni.
La paura è venuta a bussare alla porta della mia mente e ha trovato le porte spalancate.

Cosa è accaduto?

Dopo aver reso in Puglia, MCI un brand affermato e sinonimo di qualità nel Coaching, era giunto il momento di spostarsi anche in altre regioni d’Italia.

Ma qualcosa mi bloccava. Letteralmente. Infatti, quando parlavo del futuro di MCI, avevo serie difficoltà a raccontare e raccontarmi il modo in cui MCI avrebbe avviato realtà anche in altre Regioni.

Pensavo e dicevo: “Voglio che Master Coach Italia diventi la principale scuola di coaching in Puglia”. Lo dicevo con fermezza, naturalezza e semplicità. Sentivo nelle mie parole e nel mio tono di voce forza ed energia.

E poi? Ora che ci sei quasi, cosa altro vuoi?

“Ehhh… sì… vorrei… avviare altre sedi in Italia…non so…. mi piacerebbe… un pò faticoso…” Io per primo mi rendevo conto che tutta quella forza e quella energia, di colpo spariva! Come se venisse inghiottita da un buco nero.

Ecco. La paura per me era un buco nero. Non riuscivo a vederci dentro, non riuscivo nemmeno a capire perchè mi sentivo in questo modo.

Intanto, il tempo passava e il passo successivo continuavo a non compierlo. Ero bloccato. E’ questo che fa, solitamente, la paura: ti inchioda lì dove sei e ti toglie l’immaginazione, la fiducia e l’energia.

Come ho superato la paura.

Non restava altro che fare un percorso di Coaching personale, per venirne fuori. Così è stato.

Grazie a diversi incontri formativi e al mio Mental Coach (sì, anche il Coach può avere un Coach!), ho scoperto la mia paura. Ho capito che una parte di me, era enormemente spaventata.

Come puoi immaginare, gestire una sede, è ben diverso che gestirne tante.

Fino a quando tuo figlio è in casa con te, ti senti in un certo modo. Ma se tuo figlio inizia a viaggere e a essere da un’altra parte, le cose si complicano. Se poi, questi figli diventano tanti, può subentrare la paura di non farcela, di non essere all’altezza, di non essere in grado. Di sognare troppo.

Ma si può sognare troppo? Ha senso questa affermazione?

Ho lavorato con la mia paura. L’ho persino ascoltata e incontrata. Le ho anche offerto un caffè e poi le ho chiesto: “cosa vuoi”?
Mi ha dato tanti, tanti suggerimenti. Mi ha aiutato a capire cosa mi mancava. Non solo in termini “personali”, ma anche professionali (competenze).

Dopo aver seguito questo percorso di “ascolto e riconciliazione con la mia puara”, quasi per magia (e ti assicuro che non è magia), si sono presentate (e continuano a presentarsi) tante grandi opportunità per avviare nuove sedi MCI in Italia.

E’  come se l’universo si fosse messo in contatto con questa mia nuova energia. Non saprei spiegartelo in altro modo.

Ti dirò di più.

In questo momento, ti sto scrivendo dall’aereoporto di Bari, mentre attendo l’aereo per Torino, che mi porterà a inaugurare, domani 28 Gennaio 2017, la nuova sede MCI in Piemonte!

C’è dell’altro.

Il referente di questa nuova Sede Master Coach Italia, è il Prof. Carlo Vincis. Un professionista con 40 anni di esperienza. Per me, un Maestro. Immagina: mi sono formato (anche) con lui nel 2006!!

Quindi, il sogno ha un valore doppio! Una nuova sede MCI, in un’altra regione di Italia, affiancato e accompagnato da colui che è stato un punto di riferimento formativo, per me!

Ora, starai pensando: “Ok, però ci sono tante altre Regioni in Italia. E tu ci stai parlando solo della Puglia e del Piemonete.”

Hai ragione. Però, la mia paura, mi ha suggerito di fare un passo alla volta e di non vedere la cima della montagna, altrimenti rischi di non partire mai.”

Allora, iniziamo a metterci in viaggio, iniziamo con un passo alla volta e come dice il Maestro Corlo Vincis: “buon cammino”.

Pasquale Adamo (Direttore Didattico Scuola di Coaching MCI)