La vita può essere capita solo all’indietro, ma va vissuta in avanti.
Soren Kierkegaard

Quando ci ritroviamo in una situazione di stress o dinanzi ad una difficoltà, spesso rimuginiamo e ricerchiamo le ragioni della nostra insoddisfazione nel passato. Lo fai anche tu?

In effetti, le scelte e le azioni che facciamo oggi sono il frutto delle nostre esperienze precedenti ed è normale attribuire una grande importanza al passato.

Se ci pensi bene, scoprirai che ci sono indizi del tuo passato nelle tue reazioni, nelle tue abitudini e nelle tue convinzioni. Alcune ti hanno reso più esperto, più cauto, più sicuro di te, altre, invece, hanno innescato delle paure e dei meccanismi di difesa, ed altre ancora sonnecchiano come potenzialità inespresse in attesa di essere risvegliate.

Tutte queste cose rendono la valigia del passato molto pesante, ti pare?
Sai cosa può rendere più semplice trasportarla? Sapere dove andrai, avere uno scopo!
La differenza sta nel riconoscere che non è solo il passato ad avere potere, ma che la tua vita dipende dal tuo futuro!

L’aspirazione che ti prefiggi di realizzare parla di te, dei tuoi talenti e dei tuoi desideri, e direziona i tuoi comportamenti facendoli inciampare o filare lisci come l’olio. Quando riconosci il tuo scopo, riconosci il potere che il futuro esercita sulla tua vita.

Ti faccio un esempio. Se chiedi a un dottore perché fa il medico forse ti risponderà “perché ho studiato medicina”, una risposta legata al passato. Ma se gli chiedi perché continua a farlo anche quando incontra gravi difficoltà, quando gli eventi lo rattristano e le responsabilità lo pressano, ti dirà che lo fa “per salvare vite umane”, una scelta che ha proiettato nel suo futuro.
È il suo scopo, “salvare vite umane”, a farlo andare oltre i condizionamenti del passato e a spingerlo verso le prove del futuro.

Se sei nel mondo dell’imprenditoria questi concetti ti suoneranno familiari, infatti si avvicinano a Vision e Mission aziendali e saprai bene quanto sono importanti per ottenere risultati di successo. Se ti accorgi di dover focalizzare questi punti anche nella tua carriera, il business coaching è uno strumento utile da mettere in valigia.

Ora, osserva l’influenza che il futuro sta esercitando su di te. Assicurati che il tuo scopo sia in linea con le tue azioni.
Il tuo reale obiettivo può anche diventare un blocco nella tua vita se non gli riservi la giusta attenzione!
Se vuoi fare il pasticcere e continui a fallire gli esami di ingegneria, forse il tuo futuro è un altro. Non ostinarti: il tuo scopo ti sta chiamando, mentre tu, per vari motivi, non lo ascolti.

Poni uno scopo valido alle tue azioni, proiettati verso ciò che ti fa sentire realizzato e fai tesoro delle esperienze precedenti. Non farti trattenere dal tuo passato, fatti guidare dal tuo futuro nel percorrere il tuo presente.
Alla luce di uno scopo sincero ti troverai anche a rivalutare il passato e i suoi strumenti prenderanno un senso nuovo e utile!

Sai perché è importante riconoscere il tuo scopo?
Perché ci saranno dei momenti in cui le azioni che hai messo in atto per raggiungerlo incontreranno degli ostacoli. Se avrai uno scopo saldo saprai sempre verso cosa stai camminando e perché lo stai facendo.

Se stai mettendo in atto delle azioni che non ti stanno spostando dalla tua situazione di stress e non riesci ad individuare il tuo scopo, confrontati con un coach, può essere decisivo per te in questo momento.

C’è chi legge il futuro nei fondi di caffè o nei cerchi degli alberi. C’è un modo più concreto per conoscerlo: tu puoi leggere il tuo futuro dentro di te. Comincia da qui, cerca e persegui il tuo scopo!

Coach Pasquale Adamo (Direttore Scuola di Coaching MCI)

Related Post