Ho un problema:
come è possibile pensare che le difficoltà, i problemi, gli ostacoli che incontriamo nel nostra vita siano qualcosa di utile?

Quando svolgo la mia professione di Mental Coach (soprattutto in ambito Life) mi risulta difficile far comprendere il ruolo delle difficoltà nella vita di ciascuno.
Io parto dal presupposto che gli ostacoli che incontriamo siano opportunità di crescita, di miglioramento e di apprendimento.
Ma è difficilissimo trovare un riscontro positivo negli altri su questo aspetto.
Giustamente!

Mi hanno lincenziato e dovrei pensare che sia occasione di apprendimento?
Il mio partner mi ha lasciato e dovrei affrontare la situazione come momento di crescita?
Ho litigato con mia madre e dovrebbe servirmi a migliorare?

Sì, sì, sì.

Ti dirò di più: quelle difficoltà sono lì per renderti una persona migliore e per aiutarti a realizzare i tuoi sogni!

“Aspetta un attimo. Tu sostieni che gli ostacoli che incontro non solo siano utili, ma anche necessari alla realizzazione dei miei sogni?

E’ un approccio estremo – lo capisco – e non tutti riescono a comprendere.

In questi casi, racconto una storia.

La storia della farfalla:

Un giorno un contadino, riposandosi sotto un’ombra al termine di una giornata sfiancante, si accorse di un bozzolo di una farfalla. Il bozzolo era completamente chiuso ad eccezione di un piccolo buchino sulla parte anteriore. Incuriosito, il contadino osservò attraverso il piccolo buchino, riuscendo ad intravedere la piccola farfalla che si dimenava con tutte le sue forze.

Il contadino osservò a lungo gli sforzi eroici dell’elegante bestiolina, ma per quanto la farfalla si sforzasse per uscire dal bozzolo, i progressi apparivano minimi. Così, il contadino, impietosito dall’impegno della piccola farfalla, tirò fuori un coltellino da lavoro e delicatamente allargò il buco del bozzolo, finché la farfalla poté uscirne senza alcuno sforzo.

A questo punto accadde qualcosa di strano. La piccola farfalla, aiutata ad uscire dal bozzolo, non aveva sviluppato muscoli abbastanza forti per potersi librare in aria. Nonostante i ripetuti tentativi, la fragile farfalla rimase a terra e riuscì a trascinarsi solo a pochi centimetri dal bozzolo, incapace di fare ciò per cui la natura l’aveva fatta nascere. Il contadino si accorse del grave errore fatto, si pentì ed imparò una lezione che non dimenticò per il resto della sua vita: “Attraverso le difficoltà la natura ci rende più forti e degni di realizzare i nostri sogni.”

No, non è una storia con il lieto fine. Ma il punto è proprio questo, imparare a vivere anche le situazioni che non hanno un lieto fine. Dobbiamo imparare a vivere anche questi momenti, perchè fanno parte della nostra vita e perchè – anche se sembra assurdo – ci aiuteranno a diventare più forti e ci attrezzeranno per la realizzazione dei nostri sogni.

Mental Coach Pasquale Adamo (Direttore Scuola di Coaching MCI)

Related Post