Mi sono avvicinato al coaching con questa domanda: chi sono?
E come posso essere d’aiuto agli altri?

Da quel momento, è incominciato il mio processo di cambiamento che mi ha portato alla Scuola di Coaching MCI. 

Ho intrapreso questo nuovo viaggio ricco di sentieri scorrevoli, ma anche di sentieri che così scorrevoli non erano, perchè richiedevano una grande flessibilità e una grande capacità di mettersi in discussione.

Attraverso il coaching ho imparato che bisogna accogliere l’altro andandogli incontro, facendo in modo di annullare completamente il giudizio per riuscire a non intralciare quel lavoro di estrapolazione delle potenzialità che ASSOLUTAMENTE, non devono essere fermate da preconcetti basati sulle esperienze di chi conduce (coach).

Ognuno di noi è un individuo unico e completo e che possiede tutte le qualità per essere una persona di valore e successo, bisogna solo osservarsi dal di dentro per riuscire a tirare fuori tutto ciò che è nell’oscurità e che attende solo di essere liberato.

Alcune di queste consapevolezze son venute fuori durante il mio percorso con la Scuola di Coaching MCI, che ha il merito di portarti a spasso nel tuo interno scavando a fondo e portando luce a quei dubbi, paure, limiti che ci si pone ogni giorno e che attendono di essere presi per mano per riuscire poi a lasciarli andare via per il ritorno verso casa.

Ho scelto di fare tale percorso per la mia grande sete di ricerca su tante mie domande della vita e a cui, per alcune di esse, ho trovato una risposta.

Una di queste domanda era relativa al mio lavoro.
Ho compreso che il mio lavoro mi regalava una certa sicurezza economica, ma senza essere felice.
Ho compreso che la vita non è fatta solo di denaro (che è utile ovviamente per la nostra sopravvivenza), ma anche dalla realizzazione dei nostri sogni e di quella famosa MISSION che ci è stata assegnata appena ci siamo incarnati su questa Terra.

Il percorso che ho terminato è solo l’inizio di un viaggio, perché con la Scuola di Coaching MCI si son comprese le varie tecniche di coaching ma, come sappiamo, per riuscire a sperimentarle, bisogna fare tanta pratica.

Il mio intento quindi è quello di prendere dimestichezza con tutti gli strumenti che la Scuola mi ha dato e utilizzarli con persone che vogliano mettersi in gioco.

La mia esperienza con la Scuola di Coaching MCI è stata molto positiva.
Sicuramente, esistono anche altre ottime scuole di coaching, ma Master Coach Italia, per l’umanità e la professionalità mostratoci dai nostri trainer, non la cambierei con nessun’altra.
Anche perchè, oltre a fornire le tecniche di cui parlavo prima, la Scuola mette a disposizione la possibilità di creare delle collaborazioni, di far parte del Team MCI e di essere coinvolti come Coach o Tutor in numerosi eventi formativi, dove fare pratica.

Per tutti coloro che in futuro decideranno di intraprendere questo percorso posso solo dire solo: GODETEVI IL VIAGGIO CON VOI STESSI E FLUITE VERSO IL CAMBIAMENTO.

Coach Michele Grandolfo (Allievo Scuola di Coaching MCI)

Related Post