Ho da poco terminato il mio percorso all’interno della Scuola di Coaching MCI – Torino.

Non è facile dare un feedback su un percorso così articolato e complesso, così ricco di stanze che si aprivano su altre stanze, senza soluzione di continuità, come in un labirinto, con l’impressione che aprendo una porta avresti potuto incontrato il Minotauro pronto a sbranarti, oppure, se ti andava di lusso, avresti finalmente visto Arianna con il mano il filo che conduce all’uscita della caverna del mostro.

Sul finale, ho incontrato davvero Arianna e, con mia grande soddisfazione, tutti i pezzi del puzzle hanno trovato il giusto incastro!

Ora, come sarà il feedback? Professionale o “sgarzolino”?

Ovviamente, tutti e due!

FEEDBACK PROFESSIONALE

Gli obiettivi didattici dichiarati sono stati ampiamente raggiunti
Qualità della docenza di altissimo livello sia in termini di professionalità, sia per la capacità di trasferire le informazioni.
Interazione con i docenti è stata sempre altamente stimolante per gli imput e per la puntualità dei feedback.
Il clima d’aula è stato improntato a profonda, proficua e reciproca collaborazione.
Il percorso mi ha consentito di lavorare in primo luogo su me stessa ed ha aperto altre e diverse prospettive, quindi è stato utilissimo.

FEEDBACK “SGARZOLINO”

Ogni modulo è stato “bello e terribile come un esercito schierato a battaglia”, con l’impressione di dover cavare sangue da una rapa (e la rapa ero io!)

Con Carlo Vincis e Loredana Simeone chi non impara è un …peperone!

I Carlossy (Carlo+Loredana) sono delle forze della natura e mi hanno rivoltata come un calzino sia all’andata sia al ritorno: schiaffoni a fin di bene!

Il gruppo è stato il grande valore aggiunto del percorso. Persone stupende e piene di vari e diversi talenti: mi sono divertita tantissimo, anche fuori dall’aula!

Laura Franzos (Allieva Scuola di Coaching MCI – Torino)

Related Post