Sin dall’adolescenza sono stato affascinato dalla possibilità di poter conoscere al meglio l’incommensurabile forza del sub-conscio.
Ne provai la potenza attraverso un seminario di visualizzazione creativa guidata molti anni fa e ne rimasi folgorato.

Il solo immaginare che le emozioni piu’ grandi, i nostri istinti, le nostri doti innate risiedono nel profondo del nostro io, mi spingeva costantemente alla ricerca di libri, ed incontri sulla materia, grazie ai quali riuscivo momentaneamente a placare la mia sete di sapere.

Col tempo pero’ diventavo sempre piu’ esigente, come i grandi viaggiatori del passato che con grande coraggio affrontavano,  l’immensità dei mari e dei deserti.
Percependone l’enorme forza, si godevano il viaggio, assaporandone le mille sfaccettature, con la consapevolezza che l’uomo che aveva iniziato quel percorso, lo stesso uomo arrivato a destino sarebbe divenuto un altro uomo, arricchito di quelle incredibili esperienze che lo avrebbero reso migliore e pronto per affrontare viaggi e sfide piu’ grandi.

Tutto quello che sentivo, guardavo e che mi girava attorno, era scandagliato per magari trovare un’attinenza con il mio mondo interiore ed appena ne scoprivo anche un piccolo riferimento, ne venivo attratto come Ulisse dal canto delle sirene.

Una decina d’anni fa’ poi scoprii un approccio, che ti forniva strumenti pratici e concreti per poter continuare il viaggio all’interno del mio Io.
Da quel momento fu’ quasi “amore a prima vista” verso il mondo del coaching.

Piu’ mi informavo al riguardo e piu’ ne apprezzavo la praticità d’utilizzo sia nel mondo del lavoro, che delle relazioni in genere.
Grazie al coaching diventava sempre piu’ chiaro che per migliorare la mia vita dovevo lavorare su me stesso, affinche’ con il mio atteggiamento innescassi una reazione a catena positiva.
Così da coinvolgere anche le persone a me piu’ vicine, le quali spronate dai miei atteggiamenti propositivi, avrebbero concorso a rendere la mia vita migliore e sempre piu’ vicina al modello di vita che realmente desideravo.

Poi “nel bel mezzo del cammin di nostra vita…” ho sentito dentro di me una voce che con impeto mi diceva che adesso era il momento giusto, non un minuto prima. Ma adesso dovevo entrare fisicamente nel mondo del coaching.
Sono riuscito a frequentare la Scuola di Coaching di Master Coach Italia; conoscere i miei Maestri P.Adamo, D.Marrocco (i docenti principali della Scuola) e V.Tridente (Tutor del percorso), grazie ai quali ho raggiunto il mio primo traguardo: diventare “Professional Coach”.

Grazie alle tecniche di coaching acquisite ora mi sento “al servizio” di tutte le persone che prese dal turbinio della vita, decideranno di affidarsi a me per definire e raggiungere i loro obiettivi…ed io attraverso le loro vittorie, avro’ sempre piu’ consapevolezza di essere cio’ che la mia anima da sempre ha voluto che io fossi: la migliore versione di me!

Leonardo Corinna (Coach e Allievo della Scuola di Coaching MCI – Bari)

Related Post