16 gennaio 2017 sveglia ore 06:00 ho l’adrenalina a mille.

E’ il primo dei due grandi giorni pensati, organizzati e attesi con il grande Coach Pasquale Adamo e i miei colleghi coach.

Mi fiondo fuori da casa, direzione Università degli Studi di Bari, Aula Magna: WORKSHOP DI COMPETENZE TRASVERSALI – TEAM WORKING – PROBLEM SOLVING – COACHING le competenze per il mercato del lavoro.

Registrazione partecipanti con i miei colleghi e la grande Coach Daniela Marrocco con la sua professionalità.

Inizia il Workshop dal quale ognuno trarrà benefici, insegnamenti per la crescita professionale e personale.

Il Coaching sviluppa le competenze efficaci per realizzare progetti concreti nella vita personale, aziendale e sportiva con una grandissimo impatto benefico.

La parola coach significa “cocchio” mezzo che trasporta una persona dal luogo in cui è a dove desidera andare, questo è il compito del Coach.

GLI INTERVENTI DELLE TESTIMONIANZE AZIENDALI

Giunge il momento delle testimonianze aziendali.

Nella “complessa” società odierna – come l’ha definita il Prof. Paolo Contini, Sociologo dell’Università di Bari,  nel suo intervento durante il workshop – la competenza tecnica non è sufficiente e và integrata con le competenze trasversali.
L’uomo ha bisogno del suo simile per essere riconosciuto nel suo ruolo.
Per vivere la sua quotidianità, ha bisogno di empatizzare con gli altri, perché nel suo essere c’è molto di più del suo saper fare.”

Poi, l’intervento del dott. Francesco Basile, Responsabile HR Bosch BARI, che mi piace riassumere in questo modo.
In un colloquio di lavoro le competenze trasversali e il proprio Personal Branding, con il quale si afferma chi si è, cosa appassiona, cosa si ama fare fanno la differenza.
Le aziende attualmente assumono meno, ma assumono i migliori.
Gli ingredienti della sua ricetta lavorativa sono sacrificio passione e coraggio.”

E ancora, l’intervento di Carlo Stramaglia – Amministratore POST & Service S.r.l.
Ha raccontato di aver realizzato tra mille difficoltà economiche il suo sogno.
Nel momento di maggiore difficoltà ha creato un Team:allineati come uno stormo nel seguire un unico obiettivo” come l’ha definito.

Carlo Stramaglia, lavorando in team ha verificato l’efficacia delle competenze trasversali.
Stare in gruppo e fare gruppo.
Il problem solving: prendere decisioni senza panico scegliendo tra le due soluzioni più ovvie la terza più efficace. L’empatia: capire, ascoltare, osservare l’altro e il suo stato d’animo, come relazionarsi con colleghi e titolari, come interagire in determinati contesti.

Un altro intervento interessante durante il workshop è stato quello di Francesco Iannone ideatore del programma Passion Fruit su Controradio di Bari.
“In futuro andrà di moda seguire le passioni. La libertà di fare ciò che piace non ha prezzo.”

GLI INTERVENTI DEL COACH PASQUALE ADAMO E DANIELA MARROCCO

Infine, l’intervento dei Coach Pasquale Adamo (Direttore Scuola di Coaching MCI) e Daniela Marrocco (docente della Scuola di Coaching MCI).

Prima sul Team Working e poi, sul Problem solving, passando sempre dal Coaching, come approccio formativo per allenare le competenze trasversali.

I loro interventi, sono stati intervallati dalle testimonianze personali di noi allievi della Scuola di Coaching MCI.

Abbiamo portato esempi sul life coaching, sulla capacità di relazionarsi con gli altri, nel dare voce al proprio talento, nel valorizzare la propria unicità per differenziarsi.

Questo Workshop è stato un tumulto di emozioni differenti sin dalla sua organizzazione, toccando l’apice emozionale durante le due giornate.
“Il gruppo è un mondo al quale tutti vorranno appartenere, è questa la magia del team working” come afferma il grande Robert Dilts.

Auguro a chiunque di scoprire il mondo delle infinite possibilità come è definito il coaching di Master Coach Italia.

Daniela Pietromonaco (Coach e Allieva della Scuola di Coaching MCI)

Related Post