Perché andare dal Life Coach? Una  domanda interessante, non credi?

E si, perché spesso si tende a confondersi con altri professionisti.

“Ho un po’ di malessere” – “Non vado d’accordo con il mio fidanzato” – “Ho problemi sul lavoro e non so cosa fare”. Quando e perché è il momento di rivolgersi ad un Coach?

Serve un Coach o un Counselor, o uno psicologo o chissà cos’altro? .

Non starò qui a tediarti con le differenze tra coaching, psicologia, psicoterapia e counseling, perché forse sarebbe più utile in un altro articolo.

Qui, grazie ad Huffington Post, voglio solo introdurti ad una riflessione: quando e perché puoi rivolgerti ad un Life Coach.

Come dire: cosa deve accadere o non accadere perché si “possa” o si “scelga” di andare  ad un Coach?

 In questo articolo, troverai interessanti linee guida, dove il leitmotiv  è sempre la tua esperienza di vita, ovvero il territorio preferenziale in cui si muove il Life Coachin. Tutto questo nell’ottica di esplorare le  infinite possibilità alternative al problema per condurti verso nuovi stimolanti obiettivi, attraverso un aiuto professionale, specializzato e soprattutto cooperativo.

Daniela Marrocco –  Coach

 

Le ho provate tutte, ma ogni volta che dico “Sono una Life Coach” suona come qualcosa di scarsa considerazione. Per fortuna, amo profondamente il mio lavoro e il coaching è in grado di trasformare la vita.

Così continuo ad utilizzare la definizione più popolare della mia professione perché noi coach non abbiamo ancora sfornato niente di meglio. Ingegneri dello stile di vita? No, grazie.

 

E perché andare da un Life Coach? Se non hai ancora conosciuto un coach ti starai chiedendo a cosa mai possano servire.

O magari stai considerando di trovare un life coach ma non sei sicuro se possa aiutarti con la tua specifica situazione.

 

Ecco le 6 principali ragioni per cui andare dal Life Coach

 

1. È successo qualcosa di meraviglioso!

Congratulazioni! Ti stai per sposare, hai un nuovo lavoro, hai avuto un bambino, hai aperto una tua attività imprenditoriale, ecc. Tutto meraviglioso? Non sempre.

Può essere terrificante e disorientante attraversare un cambiamento così radicale.

Essenzialmente stai lasciando andare il vecchio te e ti stai avvicinando a un te nuovo di zecca – ma ancora non ci sei arrivato!

Può essere doloroso e farti paura mettere da parte quello che conosci. Specialmente se senti  che dovresti essere incredibilmente felice e, invece, non lo sei.

Un buon life coach può aiutarti a navigare attraverso questo grande cambiamento e supportarti nel progredire in modo più sano e sereno.

 

2. È successo qualcosa di orribile!

Se è il tuo caso, mi dispiace. Lutto, perdita del lavoro, divorzio. Questo genere di difficoltà possono ridurre la tua vita a brandelli.

Un buon life coach sarà compassionevole e ti fornirà uno spazio protetto in cui vivere il tuo dolore.

Contrariamente alle aspettative, prendersi del tempo per sperimentare pienamente la tristezza può ridurre i tempi di immobilismo nella disperazione.

La maggior parte di noi vuole evitarla ad ogni costo e cerca di forzarsi ad uscirne con l’unico risultato di finire a vivere nella costante tendenza al risentimento e nella depressione per un tempo più lungo.

Un  buon coach ti supporterà e poi, quando sarai pronto, ti mostrerà i potenti strumenti per andare avanti verso uno stato mentale più felice e pacificato.

 

 3. Non succede niente!

Forse stai tentando di migliorare la tua carriera, il tuo lavoro, la tua situazione economica, le tue relazioni e niente sembra funzionare.

Un coach efficace può aiutarti a scoprire perché sei bloccato e perché le cose non sembrano andare come vorresti.

Il life coaching ti aiuterà a rimuovere gli ostacoli, emergere dalle vecchie e dolorose convinzioni e impostare un piano per aiutarti ad ottenere quello che davvero, profondamente, vuoi.

 

4. Come faccio a realizzare ciò che voglio?

C’è qualcosa che vuoi disperatamente nella tua vita. Un nuovo lavoro, dar vita ad una iniziativa tua, incontrare l’amore della tua vita, ma sei congelato dall’enormità e dalle implicazioni di un cambiamento così grande.

Puoi sentirti come se stai camminando sul ciglio di una rupe, dove restare o saltare sembra impossibile.

Un buon life coach può aiutarti a passare attraverso la paura, la resistenza e l’annientamento che di solito sopraggiunge quando stai creando qualcosa di autentico, eccitante e nuovo.

 

5. Che diavolo sta succedendo?

Alle volte può sembrare che non ci sia un senso nelle cose che accadono.

Imparare ad identificare e dissolvere le credenze dolorose che navigano sullo sfondo, può portarti fuori dall’incomprensione e riportarti alla pace. Questo di solito aiuta molto a chiarire la confusione.

Un coach preparato ti aiuterà a spostarti dal vittimismo all’imprimere nella vita tua e di quelli che ami una forza felice e più potente.

 

6. E ora che succede?

Se sei appena uscito da un lavoro che ti succhiava via l’anima o da una cattiva relazione, congratulazioni!

Fai un respiro profondo e renditi conto che sei di un passo più vicino alla realizzazione di una vita piena e felice.

Lasciar andare ciò che non vuoi è il primo movimento.

Puoi non aver idea di quale sia il prossimo passo, ma un buon coach può aiutarti a capirlo!

Sarai in grado di creare una vita autentica e gioiosa, davvero! I miei clienti lo fanno ogni giorno. Può essere allo stesso tempo terrificante ed eccitante. È terreccitante, per un po’.

 

Qualche dritta!

Tutte queste sfide possono certamente essere gestite autonomamente, ad ogni modo, se hai interesse a sviluppare la tua crescita e il tuo cambiamento un buon coach può davvero aiutarti.

Ogni coach è diverso. Trovane uno con cui ti senti a tuo agio. Molti coach offrono un incontro gratuito, così puoi comprendere il loro stile e capire se potete avere un buono scambio.

I coach non sono terapeuti, ma possono lavorare bene nel supportare te e ciò che vuoi creare nella tua bella vita.

Cosa molto importante, un ottimo coach non ti dirà cosa fare. Sarà, tuttavia, bravissimo nel farti domande potenti, così potrai ascoltarti e renderti conto di cosa è importante per te.

Io ho scelto di lavorare sul modello del benessere, il modello su cui si basa la psicologia positiva.

Piuttosto che focalizzarmi sulla patologia, il passato e i problemi delle persone, io mi concentro su ciò che è giusto e comprovato per creare autentica felicità. Facendolo sono in grado di testimoniare l’incredibile trasformazione che attraversano i miei clienti e, anche se, talvolta, avverto limitante l’etichetta data alla mia professione, mi definisco orgogliosamente una Life Coach.

 

[Traduzione dell’articolo originale di Huffington Post “Why Hire a Life Coach?” di Mary Ann Johnstone.]

Related Post