Della parola futuro sappiamo che deriva dal participio futuro del verbo latino essere, fuo, letteralmente “che sarà“, “che è da essere”, e che ha in sé una forza proiettiva che affonda le radici nel presente.

Ma che mi diresti se ti chiedessi cosa sai delle parole del futuro?

Già cercando di indicare cos’è il futuro ci troveremmo di fronte a una grande varietà. Il prossimo secolo, un bambino non ancora nato, l’innovazione che un’azienda sta introducendo sul mercato, le priorità che attendono una telefonata per essere definite, cosa mangeremo domani, il momento in cui la lancetta dei secondi si sposterà in avanti: tutte definizioni valide di futuro.

Infatti, il futuro contiene in sé molto di più di quanto siamo disposti a vedere. Nominandolo richiamiamo qualità buone e meno buone, aspettative, convinzioni e paure che hanno costruito nella nostra mente e nelle nostre scelte una serie di sentieri, talvolta inconsapevoli, su cui tendiamo a tornare.

I sentieri tracciati dalle esperienze passate possono costituire anche preziosi insegnamenti, sottolineate da espressioni positive come “sono capace”, “sono certo che qualsiasi cosa io scelga sarà la migliore”, “il risultato che otterrò sarà positivo”, “sono meritevole”.

Forse hai già avuto modo di verificarlo: le persone che rivolgono i loro pensieri in questa direzione riescono ad ottenere risultati migliori sotto tutti i punti di vista, perché spinti da una grande motivazione al vivere l’esperienza, supportata dalla capacità di coglierne i lati positivi, a prescindere dal risultato raggiunto.

Ma cosa accade quando i sentieri consegnano alla mente insegnamenti meno positivi, convinzioni limitanti tratte dalle esperienze del passato?

In questo caso le frasi che ricorrono – qualcuna forse la riconosci come tua –  sono “non mi fiderò più di nessuno”, “non sarò mai più capace”, “qualsiasi cosa faccia sarà inutile” e così via.

Ora – si ora –  è il momento di prendere atto di una cosa importante.

Quello che succede è che ogni parola è un vero e proprio alimentatore per le tue convinzioni. È in grado di trasformarsi in un comportamento, con una diretta influenza sulla tua modalità di interazione con il mondo e con le persone. Di conseguenza i risultati che otterrai mantenendo questo tipo di atteggiamento mentale porteranno alla conferma delle aspettative, ovvero di una delusione.

E sai cosa accade quando sei deluso? Che quel sentiero, quella traccia, grazie a quella emozione, si delineerà ancora più profondamente, dando vita ad un Futuro che andrà in quella direzione: deludente, dolorosa, confermando ancora di più quelle convinzioni.

Ma il rimedio c’è!

Ed è nel potere delle parole, perché è possibile utilizzarle anche per trasformare le convinzioni limitanti in potenzianti. Imparare a cambiarle è un buon modo per dare il via all’allenamento verso un risultato diverso, un modo di pensare più produttivo e proficuo.

Leggi queste frasi, renditi conto di come puoi esprimere la stessa condizione in modo negativo o positivo e di quali riflessi può direttamente avere sul tuo modo di vivere

Sono stanco morto > Provo stanchezza

La vita è una lotta > La vita è una conquista

Non va tanto male > Va sempre meglio

Mi sembra di non andare mai avanti > Sto studiando il modo per progredire

Non mi aiuta mai nessuno > Ho imparato a contare su me stesso

Non mi fido più di nessuno > Sto imparando a valutare meglio me e gli altri

Come avrai notato, la regola principale è quella di modificare le parole in modo che i concetti siano proattivi. Parlati in tono positivo, ti accorgerai che le tue emozioni e i tuoi atteggiamenti ti seguiranno!

La mente si apre a nuove soluzioni quando intravede il movimento e la possibilità di apprendimento, ciò che ti aiuterà a costruire un futuro migliore, più aderente alla tua visione di vita. E questo insegnamento è valido sia nella vita personale che professionale!

Quale tra quelle frasi ti suona familiare? Vedi, ad ognuna c’è un’alternativa, un altro sentiero diverso rispetto a quello che hai sempre percorso. Smetti di ricalcare le stesse convinzioni limitanti. Scegli le tue parole, costruisci il tuo futuro passo passo.

Infondo, basta poco: Abra Cadabra… Avrah KaDabra che significa Io creerò come parlo.

Coach Daniela Marrocco (Docente Scuola di Coaching MCI)

Related Post