L’Obiettivo Ben Formato è uno dei preziosi metodi a disposizione del coach per guidare il cliente verso la realizzazione di ciò che davvero desidera, nel lavoro come nella vita, ed è un punto cardine nella formazione del Coach Professionista.

Il piccolo passo di oggi, un giorno diverrà sicuramente una grande strada, scrive il leader buddista giapponese Daisaku Ikeda nel suo libro “La Nuova Rivoluzione Umana”.

E’ proprio vero, la strada si costruisce compiendo dei passi e questi passi sono guidati dal verbo “fare” e non dal verbo “dovere”. E non basta neanche “volere” e “potere”, per costruire la NOSTRA grande strada dobbiamo FARE.

Passi che si muovono, dunque, poco importa se siano lenti o veloci, ciò che conta davvero è che si muovano e che abbiano ben chiara la direzione e, soprattutto, che sappiano dove vogliono arrivare. E’ sempre l’azione che fa la differenza quando ci si pone un obiettivo.

Il primo punto che dobbiamo tener presente è stabilire dove siamo ora e dove vogliamo arrivare.  Di fondamentale importanza è definire come arrivare, cioè tutti i passi (strumenti, risorse ed azioni) necessari per arrivare da un punto all’altro.

Quante volte ci è capitato di stabilire un obiettivo e di fermarci a metà strada senza averlo portato a termine? Non tutti sanno che esiste un metodo efficace per imparare a dare una forma ai nostri obiettivi e per raggiungerli con passi più agili. Nel coaching questo metodo viene definito Obiettivo Ben Formato.

La tecnica dell’Obiettivo Ben Formato consegna una bussola che ci aiuta ad orientarci mentre percorriamo la nostra strada.  Ecco i passi da seguire per dare forma al tuo obiettivo

  • Esprimi l’obiettivo in termini positivi. Ricorda che la tua motivazione si rinforza se ti concentri su quello che VUOI piuttosto che su quello che NON VUOI. Elimina le negazioni.
  • Rendi l’obiettivo specifico. Più entri nello specifico e lo arricchisci di dettagli, meglio è. Chiederti “cosa?”, “dove?”, “quando?” e “come?” ti può aiutare. Definisci una scadenza.
  • Ascolta i tuoi sensi. Immagina di aver già realizzato il tuo obiettivo e viviti esattamente quel momento vedendoti con i tuoi occhi, ascoltando le tue parole e provando le tue sensazioni.
  • Fissa un obiettivo che sia davvero TUO. Prendendo in prestito le parole di Nietzsche, se hai un perché abbastanza forte, puoi superare qualsiasi come.
  • Scegli un obiettivo che dipenda unicamente da te stesso. E’ importante che ti renda conto che puoi dirigere solo quello che è sotto la tua responsabilità, il resto non puoi controllarlo.
  • Assicurati che l’obiettivo rispetti i tuoi valori e che non danneggi nessuno. Chiediti se le tue azioni sono in linea con i tuoi valori e le tue convinzioni e valutane le conseguenze su di te e sugli altri.
  • Scomponi l’obiettivo in altri mini-obiettivi. Dividi l’obiettivo principale in tanti piccoli passi da compiere ogni giorno così da poter monitorare più facilmente i tuoi progressi.

I passi diventano più agili quando ci poniamo obiettivi che siano davvero NOSTRI. Avrete sicuramente sperimentato che quando qualcosa ci interessa veramente sentiamo dentro una tensione ed un’emozione che ci fanno alzare di scatto dalla sedia per compiere un’azione coerente al risultato che vogliamo ottenere. Tensione, emozione, azione coerente e risultato sono i 4 ingredienti principali di un obiettivo che ci appartiene veramente.

Per ogni obiettivo stabilito esistono delle convinzioni limitanti, di cui spesso non siamo consapevoli, che rappresentano, metaforicamente, i sassolini che incontriamo per strada e che rallentano il nostro percorso. Il lavoro del Coach sarà proprio quello di far sgretolare questi sassolini prima che riescano ad infilarsi nelle nostre scarpe. In questo modo, agevolerà il nostro cammino e ci aiuterà a percorrere la nostra grande strada.

Related Post